Mountainboard kite

Mountainboard kite: La guida definitiva a questo sport

In questa pagina ti presenterò il mountainboard kite che è uno sport perfetto per tenersi in forma e fare pratica anche quando il vento non è sufficiente per fare il kitesurf.

mountainboard kite la guida definitiva per questo sport

 

Perchè praticare il mountainboard kite?

Quando nel lontano 2004 ho fatto il mio corso di kitesurf è finita l’estate ed è iniziato il freddo dell’autunno e poi dell’inverno. Oltretutto capitava spesso di avere delle giornate con un vento al di sotto dei 10 nodi che non erano sufficienti per farmi provare a planare con il kitesurf. Ho quindi deciso di comprare un mountaiboard da usare con il mio trapezio e la mia ala da kite in modo da poter fare pratica anche quando le condizioni meteo non erano perfette per il kitesurf. La cosa mi ha consentito di fare un bel po’ di pratica nel governare la vela da kite ed ammetto che alla fine quello che era diventato un modo per muoversi anche con poco vento mi ha veramente appassionato. Quindi ti consiglio di farci un pensierino e di provare il moutaiunboard kite. E se ne avrai occasione, con l’arrivo della neve anche lo snowkite.

 

Dove fare mountainboard kite?

Se ti stai chiedendo dove praticare il mountainboard kite uno degli spot nei qualche potresti provare a praticarlo è la spiaggia di Sottomarina Lido di Chioggia in provincia di Venezia. Nel periodo invernale, ed in particolare quando c’è una grande bassa marea come per esempio più o meno sotto la Befana, si formano diversi metri di sabbia battuta sul bagnasciuga. Il fondo compatto permette di partire facilmente e prendere velocità senza veder affondare le ruote. Cosa non facilmente fattibile nel resto della spiaggia dove la sabbia asciutta ti farebbe fare fatica ad andare avanti o addirittura ti bloccherebbe.

 

Quando praticare il mountanboard kite?

A Sottomarina è assolutamente da escludere la stagione turistica che va indicativamente dal 15 di giugno al 15 di settembre. Durante la stagione turistica ci sono i turisti che potresti incontrare nella tua traiettoria ed in più vengono montate le torrette dei bagnini, qualche lampione e gli steccati a pochi metri dalla battigia che potrebbero andare a toccare la tua ala da kite rompendola. Insomma il buon senso ed anche tutti i giusti controlli di quel periodo sconsigliano di praticare questo sport durante l’estate.

E’ invece perfetto da praticare quando la stagione turistica finisce. Non ci saranno più turisti ed ostacoli nella traiettoria della tavola o dell’ala da kite e ci si potrà sfogare senza mettere in pericolo se stessi e le altre persone.

Nel periodo invernali ci sono anche momenti o periodi interi di diversi giorni nei quali la bassa marea allarga moltissimo la battigia. Sarà così più facile avere lo spazio per prendere nel modo migliore il vento e potersi divertire facendo qualche manovra in più.

In particolare, come scrivevo prima, nel periodo della Befana a Sottomarina si formano quelle che qui chiamiamo secche della Berola o se vogliamo tradurle dal dialetto secchi della Befana. In questo periodo infatti la battigia è spesso più grande del solito. Basterà controllare il grafico delle maree ed essere sulla spiaggia più o meno quando la marea è più bassa.

 

Grafico delle maree di Venezia

Puoi vedere il grafico delle maree di Venezia fai click qui. Capire come funziona è molto semplice. Solitamente per 6 ore la marea cresce e nelle successive 6 ore la marea scende. Curiosità qui chiamiamo dosana quando la marea cala e sevente quando cresce. Il livello della marea non sarà mai costante ma si avranno dei picchi maggiori o inferiori dovuti all’attrazione gravitazionale della Luna ed anche alla forza e direzione del vento che potranno tutti assieme far raggiungere dei picchi più grandi i più piccoli alla marea.

 

Con quali venti uscire?

Per Sottomarina il vento ideale per uscire con il mountainboard kite è l’est o levante. Il problema è che è un vento solitamente meno frequente rispetto alla bora o allo scirocco. Comunque, quando il levante entra a Sottomarina è quasi perpendicolare a tutta la spiaggia. Tieni conto che la spiaggia fa una leggera curva passando da sud ad est. Il fatto che sia quasi perpendicolare è la condizione ideale per fare anche diversi chilometri in riva al mare restando con le ruote sulla sabbia battuta della battigia ed evitando quella più soffice che c’è nel resto della spiaggia.

Meno ideale per uscire è secondo me il vento da ovest che pur essendo perpendicolare ma opposto a quello da est è più rafficato e difficile da gestire. Potresti trovarti con l’ala da kite che avrà del momenti in cui avrà la forza per spostarti mentre in altri tenderà a cadere. Altro particolare da non trascurare con il vento da ovest è il pericolo che la vela possa cadere in acqua e recuperarla con il vento che spinge trascinandola al largo e non verso riva non è sempre cosa semplice da gestire. Non è pericoloso come il vento da terra quando si va in acqua ma è meglio evitare anche su terra.

 

Cosa serve per praticare il mountainboard kite?

Quando si ha una tavola da mountaboard, un trapezio ed un’ala da kite si ha l’attrezzatura base per praticarlo. Volendo il trapezio e la vela da kite possono essere gli stessi che si usano anche per praticare il kitesurf in acqua.

Il resto dell’attrezzatura sono dei normalissimi vestiti da adattare in base alla temperatura e che magari non siano proprio nuovi considerato che ci si dovrà sporcare un po’ con la sabbia, erba per i fortunati che possono farlo su un prato e l’acqua del mare nel caso ci sia necessità di fare qualche passo in acqua.

 

Quale ala da kite usare?

Se il fondo è compatto non serve un’ala da kite molto grande per riuscire a spostarsi. Indicativamente con anche meno di 10 nodi un 12 metri quadri va più che bene. Tanto non c’è bisogno di prendere immediatamente tutta la velocità che si fa nelle partenze con il kitesurf perchè non c’è bisogno di planare sull’acqua. Con un mountainboard basterà che l’ala da kite ti faccia andare avanti anche lentamente e poi la si terrà in volo facilmente sfruttando anche la velocità della tavola. Insomma con poco vento ci si può già divertire ed anche raggiungere delle belle velocità. Poi se il vento sale il discorso è lo stesso che si fa nel kitesurf e si passa ad un’ala da kite un po’ più piccola.

 

Meglio usare un pump oppure un foil per il moutainboard kite?

Io non ho mai avuto un foil anche se si dice che con poco vento ed a terra funzionano meglio dei pump. Io ho sempre usato le stesse ali da kite che uso in acqua per praticare il kitesurf ed anche lo stesso trapezio. Spesa zero ed è funzionato sempre tutto alla grande.

 

Cabrinha Switchblade 2019 12 metri quadri

Un’ala da kite come per esempio il Cabrinha Switchblade 2019 da 12 mq potrebbe essere un esempio di vela perfetta per essere usata sia su terra che su acqua.

Quale trapezio indossare?

Come trapezio va benissimo anche lo stesso modello che usi in acqua. La sua funzione sarà la stessa che ha quando si pratica il kitesurf e non ha senso avere dei modelli diversi.

 

Trapezio ION Apex

Per esempio come trapezio può già andare più che bene un ION Apex. ION è un marchio storico e che produce prodotti di qualità da anni e con uno di questi si può andare a colpo sicuro.

 

Quali protezioni indossare?

La prudenza non è mai troppa e considerato che per farsi male su terra ci vuole un attimo magari considera un casco, dei guanti e delle ginocchiere e gomitiere tipo quelle che usa chi pratica lo skateboard. Te ne porto qualche esempio qui sotto.

 

Casco Sport DirectTM

Questo casco è studiato per chi pratica skateboard e BMX è ideale anche su terra per fare moutaiboard kite.

Protezioni della Roces

Il noto brand Roces vende questo kit con tutto ciò che può servire e che magari si può riutilizzare anche per skateboard, snowboard o snowkite.


 

Quali sono i modelli di mountainboard migliori?

Per Sottomarina dove lo scopo è sperare di trovare un fondo sabbioso compatto è importante non avere delle ruote troppo strette in modo da poter galleggiare più facilmente sulla sabbia.

Se invece vorrai farlo su erba oppure su asfalto anche delle ruote più strette possono andare bene.

Altro consiglio che mi vien di darti è quello di non comprare una tavola con delle molle troppo tenere. Da quello che ho provato nelle mie uscite è molto meglio avere delle molle relativamente rigide. Sarà più facile controllare la tavola sotto ai piedi e evitare di non riuscire a gestirla quando si prenderà un po’ di velocità.

 

Quale modello comprare su Amazon?

Le variabili di cui tenere conto, come scrivevo prima, sono secondo me le dimensioni delle ruote e la rigidità delle molle. Dalle prove fatte mi sono trovato meglio con delle tavole rigide e con delle ruote spesse almeno sulla sabbia di Sottomarina. Poi se dovrai usarli su erba, asfalto o altri terreni il discorso cambia anche se resto sempre dell’idea che indipendentemente dalla misura delle ruote è fondamentale che le molle sia rigide in modo da avere una tavola più stabile possibile sotto ai piedi.

 

OldFe

La portata è di ben 200 kg ed è ideale anche per i principianti.

 

MBS

MBS è tra le marchè più famose che producono dei moutainboard e con uno di questi modelli puoi andare a colpo sicuro.

MBS Comp 95

Se stai cercando il top di gamma valuta questa tavola.

Ed ora un po’ di Video dedicati al mountainboard kite

In questo video puoi vedere qualche salto

E qui un po’ di cadute dalle quali provare a non prendere spunto

 

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *